Supporto clienti + 39 049 7800207

Da Konya, tappeti Kum a Marmoucha

Kilim Konya o Konia (tappeto)

I Kilim Konya sono tessuti nell’area della città di Konya, località sull’altopiano anatolico a Sud di Ankara, che si dice risalga addirittura al terzo millennio A.C..

Il formato più comune dei kilim Konya è quello a preghiera e a forma allungata. Questo è esemplare fa parte della nostra collezione.

Kuba Kilim (tappeto)

Sono tapeti tessuti nella regione omonima del Caucaso che si affaccia al Mar Caspio sopra lo Shirvan.
Molto spesso sono chiamati Kilim Shirvan.

Tappeti Kum, Qum, Qom in lane Kork, e tappeti Kum completamente in seta

La città di Kum o Qum, centro di pellegrinaggio per i musulmani sciiti, si trova 150 km a Sud di Teheran. Qui i tappeti omonimi sono annodati con telai verticali, principalmente in case private della città. Trama e ordito sono in cotone, non di rado in seta. Il vello tappeti Kum è molto fitto in lana spesso mista alla seta per creare dei dettagli di notevole effetto nel tappeto con una lavorazione tra le più raffinate ed una densità di nodi per dmq 4/5000 e più negli esemplari completamente in seta.

I primi telai sorsero a Qum intorno al 1930, per iniziativa di alcuni mercanti provenienti da Kashan ed ebbero un rapido successo, grazie alla raffinata esecuzione tecnica degli esemplari e alla varietà dei soggetti, a tal punto che ora fanno parte dei tappeti persiani più importanti. I tappeti Kum riprendono non solo i disegni floreali di Isfahan, di Kashan, i disegni a giardino dei Bakhtiyar ma anche i motivi boteh e zil-i-sultan, tema classico di questi tappeti, con una vastissima varietà di colori.
Questo Kum dell’Iran è annodato con lane Kork.

KUM SETA
KUM SETA 155 X 98 141525241978
KUM SETA
KUM SETA 198 X 192 141201843278
KUM SETA
KUM SETA 153 X 98 141524770753
KUM KORK
KUM KORK 140828961787
KUM KORK 226 X 139 141406562920
KUM KORK 226 X 139 141406562920
KUM SETA
KUM SETA CINA 140513966242

Tappeti Kum cinesi in seta (tappeto)

Sono ispirati, per non dire copiati, ai tappeti Kum persiani con trame, orditi e vello in seta. Ovviamente sono nuovissimi, ma a differenza dei tappeti Kum originali, che molto spesso hanno la struttura rigida, sono molto morbidi. Questo fa sì che nel tempo la seta diventi più resistente e quindi che sia molto più difficile che si taglino. Questo è un difetto che si riscontra in molti tappeti con struttura in seta di produzione iraniana e turca.

Kurdistan

I popoli di etnia kurda sono sparpagliati in un’area di 450.000 kmq, tra Siria, Iran, Turchia, Iraq. I tappeti prodotti dai Kurdi sono generalmente, tribali per uso quotidiano, Kilim, Gabbeh, sacche di tutti i generi ecc.

Ci sono poi delle versioni più raffinate, come il nostro stupendo esemplare di Senneh sette colori, rarissimo.

Lana per tappeti

Gli animali da cui si ricava la lana per tappeti sono la capra, il cammello, il lama, la pecora, l’alpaca, la vigogna, il coniglio d’angora. L’animale dalla quale viene ricavata la lana dipende molto dal paese, ma in linea di massima vengono impiegate quella di pecora e di capra. La lana di cammello è piuttosto usata soprattutto per i toni beige e marrone chiaro.

Larghabi (tappeto)

Kilim di origine afgana tessuti dagli Hazara o Azari.

Lazy lines

Termine inglese dato alle linee diagonali corrispondenti a ritorni di trama che si notano sul rovescio di alcuni tappeti turchi antichi come ad esempio gli Ushak.

Lenkoran Kazak (tappeto)

In riva al Mar Caspio, nella regione del Talish meridionale, si trova Lenkoran. Gli omonimi tappeti hanno l’aria un po’ austera e venivano annodati con lane fini e leggere, come i Talish. Si caratterizzano per i classici medaglioni a granchio e la presenza di composizioni a tutto campo disposte una sopra l’altra. Il fondo è diviso in aree che riempiono il campo, a loro volta cromaticamente divise a metà, formano dei triangoli attraverso la sovrapposizione del secondo schema compositivo, a losanghe quadripartite disposte a catena una sopra l’altra. La bordura principale, molto interessante, è solitamente contornata da due bordi Medacyl, con un sapiente uso del colore e raffinati accostamenti. Ecco un esempio dal nostro catalogo.

Liccio

Fa parte del telaio e serve ad alzare e abbassare alternativamente le serie di orditi, per poter inserire delle trame.

Lilian (tappeto)

Sono opera di annodatori i cui progenitori, di ceppo armeno, furono deportati nel XVII secolo dal Caucaso all’area di Sultanabad.

I disegni, grandiosi e floreali, sono molto simili ai Saruk del periodo americano anche nel colore, tanto che molti che non sono del settore li confondono. Si caratterizzano per i colori brillanti e per la gran quantità di fiori e foglie che si riuniscono a formare disegni a ventaglio. Questo bellissimo esemplare è nella nostra collezione.

Line

Termine inglese usato come unità di misura di annodatura per i tappeti cinesi moderni. Line corrisponde ad una coppia di catene d’ordito, cioè ad un nodo e viene preceduto da un numero, 60,70, 90, 120. Tale cifra indica quante coppie di catene (quindi i nodi) ci sono in un piede, unità di misura inglese corrispondente a 30,48 cm.

Mafrash, Mafraj, Mafresh

Contenitore parallelepipedo di circa 50x50x100 cm, con facciate realizzate in Kilim e Sumak, decorato con motivi geometrici e fondo in Kilim decorato a fasce. Alcuni hanno decori molto belli e sono finemente lavorati.

Magreb Kilim (tappeto)

Nome commerciale dei Kilim che vengono tessuti da una quindicina d’anni nelle zone comprese fra l’Iran e il Pakistan. In genere usano la tecnica a coda di rondine e non hanno un disegno vero e proprio, ma sono a strisce multicolore ad effetto rustico come questo in catalogo.

Mahal (tappeto)

Provengono dall’area di Mushkabad, regione che si trova al centro dell’Iran. La maggior parte dei tappeti Mahal ha l’impianto a medaglione centrale, con soggetti floreali simili ai tappeti Saruk. Sono tappeti con struttura in cotone, con una densità di nodi non elevata, ma sono tuttavia, molto morbidi, perché annodati con lane di ottima qualità. Un esempio di Mahal dalla nostra collezione della prima metà del Novecento.

Maimana Kilim o Maymana

Capitale del Faryab in Afghanistan, Maimana è un centro dove si producono Kilim tribali, a volte dai colori austeri, con trame a stacco. I Kilim Maymana si riconoscono dai colori rosso intenso, arancio, blu e marrone ruggine. Ancora oggi sono tessuti con lane locali.

Malatya Kilim (tappeto)

Piccola località della Turchia Sud-occidentale da cui provengo Kilim e annodati e si commerciano tappeti provenienti anche da Yörük e Kurdi. Nel nostro catalogo è presente questo Malatya con bande centrali realizzate con tecnica “zili”.

Malayer, Mishan Malayer e Mir (tappeto)

A circa 80 Km a Sud di Hamadan, tra Kurdistan e Luristan, c’è la città di Malayer, centro commerciale dei villaggi circostanti. A Nord si producono tappeti con la classica decorazione ad “Herati” di influenza curda. A Sud, invece, si producono tappeti a medaglione di ispirazione persiana, a volte con un nodo molto fine. Tra questi vi è Mishan, dove i tappeti sono annodati con disegni geometrici e floreali stilizzati, ma soprattutto è famoso per la particolare finezza dei tappeti Mishan-Malayer. Gli esemplari più belli hanno le caratteristiche degli antichi Saruk-Farahan, o Feraghan. I soggetti che vi si trovano comprendono figure umane semplici, motivi Boteh, Herati e motivi floreali stilizzati. Ecco un esempio nella nostra collezione.

MALAYER ANTICO
MALAYER ANTICO
MALAYER ANTICO
MALAYER ANTICO
MALAYER ANTICO
MALAYER ANTICO
MALAYER MISHAN
MALAYER MISHAN
MALAYER MISHAN
MALAYER MISHAN
MALAYER ANTICO
MALAYER ANTICO

Mamad (tappeto)

Tappeto in feltro decorato con ricami assai semplici, tipico di Turkmeni, Uzbeki e delle popolazioni dell’Asia centrale, compresi tra Pakistan e India, dove prende il nome di Namda.

Mamelucco, Tappeti della Woven Legends Collection (tappeto)

Esemplari di recente manifattura, con soggetto e colori ben rifiniti. Riproduzioni degli antichissimi tappeti mamelucchi annodati nelle manifatture del Cairo, fra il XII ed il XV secolo. Un esempio è questo esemplare molto bello.

Kashan-Manchester

KASHAN MANCHESTER ANTICO

Manchester Kashan (tappeto)

Kashan Manchester è la denominazione commerciale dei tappeti annodati nella zona di Arak per conto della Ziegler & Co. di Manchester, da fine Novecento fino all’ultima guerra. La società Ziegler & Co forniva la lana e i disegni ai tessitori, sotto forma di Vaghireh. Ottime le produzioni degli antichi Kashan Manchester. I nostri esemplari di tappeti Kashan manchester sono tutti molto ben conservati.

Marmoucha Tappeti (tappeto)

Manufatti tribali delle popolazioni berbere della regione di Marmoucha, nel Medio Atlante del Marocco. Si caratterizzano per i colori e l’iconografia a losanghe simili ai più noti Beni Ourain, ma con alcune sostanziali differenze: il nodo è simmetrico (e non berbero come nei Beni Ourain) e più fine. Il vello è, quindi, molto spesso più basso e con una maggiore definizione del disegno. Anche la presenza del colore nel fondo e l’annodatura dei simboli li differenzia dal classico bianco/nero del Beni Ourain.