Supporto clienti + 39 049 7800207

Restauro arazzi antichi

Restauro arazzi antichi?  È la nostra Specialità

Per il restauro arazzi antichi proponiamo al cliente tre soluzioni e tre preventivi diversi, per dargli la possibilità di scegliere che tipo di restauro desidera e quale è il budget che è disposto a spendere.

Dopo aver tolto le reti protettive inserite per il lavaggio,  viene scelto il metodo di restauro più adatto allo stato in cui si trova il tessile.
Le tre opzioni per il restauro arazzi sono:

  • Restauro Integrativo (che non è ricostruttivo delle immagini), nell’ipotesi che la ricostruzione di ordito e trama ed applicazione di supporti, sia il modo migliore per il consolidamento dell’arazzo stesso.
  • Restauro Conservativo nel caso in cui non sia possibile usare l’integrativo, si applicano nel retro dell’arazzo dei supporti, per dargli robustezza.
  • Restauro Misto quando è indispensabile procedere sia con un processo integrativo che ricostruttivo.
RESTAURO ARAZZI ANTICHI. PARTICOLARE DI ARAZZO ANTICO
PARTICOLARE DELL’INCORONAZIONE

Restauro conservativo parziale

Chiusura dei tagli ed applicazione di supporti in cotone sul retro, rinforzando le parti rovinate sulla parte alta (circa 60 cm), in quanto è l’area che negli anni ha sopportato il peso maggiore dell’arazzo.

  1. Applicazione della fodera sul retro,  fissata in diversi punti dell’arazzo, per supportare il peso.
  2. Applicazione della fodera sul retro dell’arazzo, fissata in diversi punti, in modo da distribuire meglio il peso e non gravare troppo sulla struttura dell’arazzo.

Restauro conservativo completo

  1. Applicazione di supporti in cotone sul retro rinforzando le parti rovinate con cuciture non visibili.
  2. Inserimento di trame, anche in seta, ancorati al supporto allo scopo di limitare i danni estetici
  3. Applicazione della fodera sul retro dell’arazzo, fissata in diversi punti, in modo da distribuire meglio il peso e non gravare troppo sulla struttura dell’arazzo.

Restauro integrativo delle parti mancanti: ricostruzione

  1. Ri-tessitura delle parti maggiormente rovinate, per ricreare i soggetti mancanti.
  2. Applicazione di supporti in cotone sul retro rinforzando le strutture con cuciture non visibili.
  3. Applicazione della fodera sul retro dell’arazzo, fissata in diversi punti, in modo da distribuire meglio il peso e non gravare troppo sulla struttura dell’arazzo.

 

Tali interventi sono estremamente delicati. Per questo motivo aggiorniamo costantemente le nostre procedure in funzione delle più avanzate metodologie, oggi in uso, ponendola massima attenzione in tutte le fasi del restauro.

Il filato di restauro dev’essere della stessa natura dell’originale, con caratteristiche morfologiche simili. Viene tinto con coloranti sintetici, stabili alla luce e con un movimento di viraggio paragonabile a quello dei coloranti sui filati antichi.
La ricucitura degli stacchi aperti degli arazzi vengono eseguiti al rovescio, secondo la tecnica originale.
Giovanni Bersanetti

RESTAURO ARAZZI ANTICHI

RESTAURO ARAZZI ANTICHI.
RESTAURO ARAZZI ANTICHI. IL RESTAURO DI UN TESSUTO ANTICO

La foderatura dell’arazzo

Concluso il restauro, si procede alla foderatura con il tessuto originale, se ancora in buono stato, oppure con un tessuto di lino o cotone di un colore armonico alle tonalità dell’opera.

La fodera viene cucita dietro l’arazzo con una serie di file alternate per ottenere, una volta appeso il tessuto, una tensione regolare ed uniforme.

Gli arazzi non sono mai perfettamente dritti e in squadro, soprattutto quando sono di notevoli dimensioni. Una volta sospesi tendono, quindi, a disporsi nella loro inclinazione naturale. Forzare quest’inclinazione vuol dire provocare nuove trazioni che nel tempo possono creare nuove spaccature.

RESTAURO ARAZZI ANTICHI. LA FODERATURA
RESTAURO ARAZZI ANTICHI. LA FODERATURA

Come appendere gli arazzi

Prima di appendere un arazzo ad una parete, devono essere presi degli accorgimenti, necessari a migliore la resistenza della struttura tessile, considerando che un arazzo può rimanere appeso per anni.

Per ridurre lo sforzo vengono applicate delle strisce di velcro lungo tutto il perimetro dell’arazzo e successivamente fissato alla parete per mezzo di una struttura di legno.
Approfondisci l’argomento.

RESTAURO DI ARAZZI ANTICHI. COME APPENDERE GLI ARAZZI
COME APPENDERE GLI ARAZZI CON IL VELCRO

Ricorda sempre che

Prima di essere restaurati, gli arazzi devono essere lavati, per ottimizzare le fasi di analisi, ricostruzione e riparazione:

  • Sono più evidenti le zone da restaurare.
  • I colori originali si distinguono meglio, soprattutto negli arazzi antichi.
  • Sono assicurate le migliori condizioni igieniche per l’artigiano addetto al restauro.
  • Salubrità dei locali adibiti al restauro, nei quali sono stoccati diversi tappeti.
RESTAURO DI ARAZZI ANTICHI. ARAZZO FIAMMINGO ANTICO 238×170 COD. 140918345808
L’incontro tra Filottète e Giunone